Architetto iunior

Conseguimento del titolo professionale:

Il titolo di architetto iunior si consegue mediante il superamento di un esame di Stato.

Per l'ammissione all'esame di Stato è richiesto il possesso di uno dei seguenti titoli:

I) laurea in una delle seguenti classi (ex DM 509/99):

-          classe n. 4 - Scienze dell'architettura e dell'ingegneria edile;

-          classe n. 8 - Ingegneria civile e ambientale;

II) Diplomi Universitari:

-          Edilizia;

-          Materiali per la manutenzione del costruito antico e moderno.

 

Condizioni per l’esercizio dell’attività professionale:

Per poter esercitare l’attività di architetto iunior è necessario iscriversi all’albo professionale dell’ordine degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori, sezione B, settore “architettura”. Si possono iscrivere tutti coloro che abbiano superato il corrispondente esame di Stato.

 


Attività professionale:

 

Formano oggetto dell'attività professionale degli iscritti nella sezione B:

-          le attività basate sull'applicazione delle scienze, volte al concorso e alla collaborazione alle attività di progettazione, direzione dei lavori, stima e collaudo di opere edilizie, comprese le opere pubbliche;

-          la progettazione, la direzione dei lavori, la vigilanza, la misura, la contabilità e la liquidazione relative a costruzioni civili semplici, con l'uso di metodologie standardizzate;

-          i rilievi diretti e strumentali sull'edilizia attuale e storica.

 

Fonti:

d.P.R. 5 giugno 2001, n. 328 (in G.U. 17 agosto 2001, n. 190 S.O.).

 

Sito del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori: www.archiworld.it