Ingegnere industriale iunior

Conseguimento del titolo professionale:

Il titolo professionale di ingegnere industriale iunior si consegue mediante il superamento di apposito esame di Stato. Per l’accesso all’esame di Stato è richiesto il possesso di uno dei seguenti titoli di studio:

I)     laurea nella classe 10 - Ingegneria industriale (ex DM 509/99).

II)   Diplomi Universitari:

-          Ingegneria aerospaziale;

-          Ingegneria biomedica;

-          Ingegneria chimica;

-          Ingegneria dei materiali;

-          Ingegneria dell'automazione;

-          Ingegneria delle materie plastiche;

-          Ingegneria elettrica;

-          Ingegneria elettrica con teledidattica;

-          Ingegneria energetica;

-          Ingegneria industriale;

-          Ingegneria logistica e della produzione;

-          Ingegneria logistica e della produzione-orientamento tessile;

-          Ingegneria meccanica;

-          Produzione industriale;

-          Scienza e ingegneria dei materiali;

-          Tecnologie industriali e dei materiali.

 

Condizioni per l’esercizio dell’attività professionale:

Per l’esercizio della professione di ingegnere industriale iunior è necessario essere iscritti all’albo degli ingegneri, sezione B, settore industriale. Si possono iscrivere coloro che abbiano superato il corrispondente esame di Stato.

 

Attività professionale:

Formano oggetto dell’attività degli ingegneri industriali iuniores:

a) le attività basate sull'applicazione delle scienze, volte al concorso e alla collaborazione alle attività di progettazione, direzione lavori, stima e collaudo di macchine e impianti, comprese le opere pubbliche;

b) i rilievi diretti e strumentali di parametri tecnici afferenti macchine e impianti;

c) le attività che implicano l'uso di metodologie standardizzate, quali la progettazione, direzione lavori e collaudo di singoli organi o di singoli componenti di macchine, di impianti e di sistemi, nonché di sistemi e processi di tipologia semplice o ripetitiva.

 

Fonti:

d.P.R. 5 giugno 2001, n. 328 (in G.U. 17 agosto 2001, n. 190 S.O.)

 

Sito dell’Ordine nazionale degli ingegneri: www.cni-online.it