Paesaggista

Conseguimento del titolo professionale:

Il titolo di paesaggista si consegue mediante il superamento di un esame di Stato. Per l'ammissione all'esame di Stato è richiesto il possesso di uno dei seguenti titoli:

-       laurea specialistica in una delle seguenti classi:

-       classe 3/S - Architettura del paesaggio;

-       classe 4/S - Architettura e ingegneria edile;

-       classe 82/S - Scienze e tecnologie per l'ambiente e il territorio;

-       laurea in architettura conseguita secondo il vecchio ordinamento (cfr. nota 28 maggio 2002, n. 2126, del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca).

 

Condizioni per l’esercizio dell’attività professionale:

Per poter esercitare l’attività di paesaggista è necessario iscriversi all’albo professionale dell’ordine degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori, sezione A, settore “paesaggistica”. Si possono iscrivere tutti coloro che abbiano superato il corrispondente esame di Stato.

 

Attività professionale:

Formano oggetto dell'attività professionale degli iscritti nella sezione A - settore «paesaggistica»:

a) la progettazione e la direzione relative a giardini e parchi;

b) la redazione di piani paesistici;

c) il restauro di parchi e giardini storici, contemplati dalla legge 20 giugno 1909, n. 364, ad esclusione delle loro componenti edilizie.

 

Fonti:

-  d.P.R. 5 giugno 2001, n. 328 (in G.U. 17 agosto 2001, n. 190 S.O.);

-  nota 28 maggio 2002, n. 2126, del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca.

 

Sito del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori: www.archiworld.it